Una sexy segretaria a Pavia - Biella Trasgressiva

Una sexy segretaria a Pavia - Biella Trasgressiva

Sono Camilla nome di fantasia), una ragazza di 29 anni che vive a Lucca e da poco entrata nel mondo del lavoro.
Ho origini di Pavia e sono venuta ad abitare qui per amore del mio fidanzato, un ragazza mio coetaneo conosciuto 5 anni fa in un sexy community e fino a poco tempo fa sono stata assolutamente fedele.
Faccio l' impiegato per Giorgio( nome di fantasia, un imprenditore di 50enne, sposato con una donna che se la tira tantissimo, acidissima, con un forte accento di di Macerata.
Mi sono fatta scopare dal mio capo.
Ecco, finalmente l' ho detto. e come è potuto capitare questo?
Il mio ragazzo scopa molto bene, conosce tutti i miei gusti ma è sempre molto attento a tutto, ma diciamo che una bella scopata selvaggia mi mancava da tempo.
Devo però confessare un dettaglio che non ho evidenziato: adoro essere sculacciata.
Mi piace mentre sono a pecorino e non solo, anche una sculacciata al volo mentre sono intenta a fare altro, mi fa venire i brividi di piacere.
Un bel giorno mentre ero a lavorare, il capo mi chiese se potessi fare una cosa per lei visto che doveva partire le mattina e tornare al pomeriggio.
Si trattava di un compito non mio, che non avevo mai fatto prima, ma gli garantii che ci avrei messo il massimo impegno.
Si vedeva che era preoccupato perché normalmente le cose me le dice una volta sola, mentre con quel piacere lo preoccupava dal punto vidi sta lavorativo.
"Se lo fai bene, avrai un premio...altrimenti ti tocca la sculacciata!".
Ovviamente non gli dissi che mi piaceva la pratica, non sono di certo né una schiava né una mistress, ma mi piace davvero e la trovo molto stimolante.
Ci misi davvero tutto l' impegno, ma non riuscii a portare a termine il compito e quando tornò nel pomeriggio, gli feci le scuse dovute e lui dovette sistemare tutto.
Ovviamente dovetti avvisare a casa dal mio ragazzo con una telefonata per dire che quella sera sarei dovuta rimanere a lavoro per aiutarlo a sistemare questa cosa.
Quando tutto fu risolto mi disse:
"Ok, dai, andiamo a casa, almeno siamo riusciti a sistemare tutto... stai più attenta la prossima volta".
"Scusa Capo, merito la sculacciata" dissi girandomi per andare via.
Lui probabilmente interpretò il mio girarmi come un invito alla sculacciata e quello che sentii dopo fu la più forte e decisa sculacciata che ricevetti in via mia...
Mi appoggiai alla scrivania con entrambe la mani e sentii subito un brivido di piacere percorrermi le gambe, la schiena, provocarmi i brividi sul collo e poi scendere di nuovo prima di fermarsi alla vagina, aumentando la sensibilità e cominciando a diventare umida da subito.
Probabilmente lui interpretò questo mio gesto come un eccesso, come se ci fossi rimasta male e si avvicinò subito dicendomi:
"Ops, scusami, non sapevo di averti fatto male, mi dispiace davvero, prometto di non farlo più."
"Fallo ancora".
"Come scusa?"

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati